Sanyu (1901-1966) è stato un artista franco-cinese autore di stampe, disegni e dipinti, nei quali ha saputo fondere la tradizione della natura morta e della pittura figurativa europea con quella della calligrafia cinese.

Fortemente influenzato dallo stile dei fauves, le sue opere si caratterizzano per le stesse forme fluide e colori accesi dell’avanguardia espressionista parigina, mitigate tuttavia dalle linee dolci e sinuose della tradizione ideografica asiatica.

Dimenticato in vita, è stato oggetto di una riscoperta postuma che lo ha portato tra i primi venti artisti più venduti al mondo nel 2019.

Oggi gran parte delle sue opere sono conservate nella collezione del Museo Nazionale di Storia di Taiwan. [1] [2] [3] [4] [5]  

[1] https://en.wikipedia.org/wiki/Sanyu_(painter)

[2] https://artslife.com/2020/11/03/fiori-nudi-calligrafia-fauvismo-sanyu-matisse-cinese-mercato-arte/

[3] https://www.periodicodaily.com/sanyu-il-pittore-dimenticato-in-vita-e-ora-osannato-come-matisse-cinese/

[4] http://www.artnet.com/artists/sanyu/

[5] A. Accatino, Il Matisse venuto dalla Cina. Sanyu. In Art e Dossier, numero 386, aprile 2021. Giunti Editore, pp. 38-41.

Autore protetto da Copyright.